Senza categoria

Caltanissetta: convegno di Studi “Il Municipalismo di Luigi Sturzo”, venerdì 16 novembre al Teatro Regina Margherita

Written by Redazione

Alle soglie dei sessant’anni dalla morte di Luigi Sturzo e dei cento anni dalla fondazione del PPI si dedica a Caltanissetta un
convegno di studi alla dimensione pre-partitica – quella più propriamente “amministrativa” – dell’impegno politico profuso da don Luigi Sturzo nella sua terra di Sicilia. Nel discorso che Sturzo rivolse nel novembre 1902, proprio a Caltanissetta, agli amministratori cattolici, come in altri discorsi e interventi pubblici siciliani, emerge a piena luce l’ordito spirituale e culturale che caratterizzò la sua vocazione alla santità e che fu alla base del suo lungo impegno sociale e politico. Con Sturzo le forme di devozione e la misericordia verso i poveri apprese nei seminari siciliani si coniugarono e si completarono, attraverso intensi studi di sociologia e di economia, con la critica verso gli assetti amministrativi e politici dell’Isola determinati dallo statalismo liberale. Il grande impulso prodotto dalla Rerum novarum ispirò la sua diretta partecipazione alla vita sociale, già come pro-sindaco di Caltagirone, e un’intensa attività pubblicistica (La Croce di Costantino) in una stagione nella quale la Sicilia era attraversata da forti lotte sociali. Proprio partendo dall’analisi delle nuove responsabilità dei cattolici, Sturzo si convinse progressivamente che non era sufficiente lo sforzo prodotto nelle amministrazioni per costruire la democrazia sociale (secondo la definizione di Toniolo), sulla base di un modello socio-centrico per opporsi al modello stato-centrico dell’età giolittiana e alle conseguenze che questo produceva nell’esclusione delle masse dai processi decisionali e nel dilagare della corruzione. Di qui l’idea di proporre tra molte opposizioni un’organizzazione politica che portasse i cattolici a rappresentare nelle istituzioni apicali dello Stato le esigenze popolari e a dare moralità alla politica (discorso di Caltagirone).

Presiede: FRANCESCO MALGERI, emerito dell’Università “La Sapienza” di Roma e Presidente del Comitato per il centenario
del Partito Popolare Italiano e il sessantesimo dalla morte Luigi Sturzo
Saluti: LEOLUCA ORLANDO, Presidente Anci Sicilia – GIOVANNI RUVOLO, Sindaco di Caltanissetta
Ispirazioni e aspirazioni culturali dell’impegno politico: il dialogo tra Luigi e Mario Sturzo (MICHELE PENNISI,
Arcivescovo di Monreale)
I cattolici italiani e la politica agli inizi del Novecento (AGOSTINO GIOVAGNOLI, Università Cattolica di Milano)
Sturzo e gli enti locali (ALESSANDRO PAJNO, già Presidente del Consiglio di Stato)
Luigi Sturzo: dall’amministrazione allo Stato (NICOLA ANTONETTI, Presidente Istituto Luigi Sturzo di Roma)
12.00 – Dibattito
13.00 – Pausa Pranzo

15.30 – SECONDA SESSIONE
Presiede: EUGENIO GUCCIONE, Università degli Studi di Palermo
Caltanissetta 1902: Luigi Sturzo tra programma municipale e movimento delle autonomie locali (VITTORIO DE MARCO,
Università del Salento)
Il contributo di Luigi Sturzo all’Anci (ANDREA PIRAINO, Università di Palermo)
Impegno municipale e progetti di partito nella stampa cattolica siciliana di primo Novecento (GIUSEPPE DI FAZIO,
Università di Catania)
Riforma e revisione di vita: la spiritualità “civica” di Luigi Sturzo (MASSIMO NARO, Direttore del Centro Studi sulla Cooperazione “A. Cammarata” di San Cataldo, Facoltà Teologica di Sicilia)
18.00 – Dibattito conclusivo
Coordina: Gaspare Sturzo (Magistrato del Tribunale di Roma e Presidente CISS)
Attualità di Luigi Sturzo: spiritualità, amministrazione e politica nel Sud
LUCIANO ABBONATO (Magistrato della Corte dei Conti), FRANCESCO R. AVERNA (Presidente Gruppo Sicilia Cavalieri
del Lavoro), GIOVANNI PALLADINO (Segretario Generale di Servire l’Italia), ANGELO SINDONI (Università di Messina)

About the author

Redazione

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com